EMERGENZA COVID19

In un momento di emergenza come quello in cui versa il nostro Paese da qualche settimana, le Associazioni che compongono il Comitato UNORA sono impegnate a sostenere e rispondere ai diversi bisogni delle persone più fragili che hanno visto la propria vita cambiare da un giorno all’altro.

Ognuna delle nostre realtà ha, in linea con le loro mission, attivato dei programmi e dei progetti ad hoc che affrontano l’emergenza sotto diversi punti di vista.

Il  Comitato UNORA Onlus ha deciso di dedicare le donazioni del secondo trimestre del 2020 ai progetti emergenziali attivati dai propri Associati in queste settimane.
Il dipendente in questo modo devolverà l’ora di lavoro a favore non di un solo progetto ma di diversi progetti che rispondono a diversi bisogni sociali.

Per le nuove aziende che decidono di attivare un programma di Payroll Giving le modalità di attivazione saranno le medesime.

PER MAGGIORI INFORMAZIONI CONTATTACI

Scrivici agli indirizzi info@unora.org o segreteria@unora.org oppure chiama al numero 3421597370

COVID-19: L'educazione non si ferma

La campagna attivata da Fondazione MISSION BAMBINI per rispondere al bisogno rilevato tramite le scuole e i centri di aiuto allo studio con cui collaboriamo nell’ambito del programma prioritario della fondazione “Educazione Italia”. Si tratta di famiglie con minori privi di una connessione a internet e di un device (tablet, laptop), che rischiano di restare due volte isolate e di subirne gli effetti durante e dopo l’emergenza. Obiettivo della campagna è: potenziare la strumentazione informatica per garantire la didattica online a sostegno dei ragazzi e degli educatori con accesso gratuito. 

#DISTANTIMAVICINI

AISLA insieme a UILDM E FAMIGLIE SMA LANCIANO #DISTANTIMAVICINI, UNA CAMPAGNA A SOSTEGNO DEI CENTRI CLINICI NEMO ovvero gli ospedali specializzati nell’assistenza delle persone con SLA, SMA e distrofie muscolari, che si trovano a fronteggiare l’emergenza coronavirus nel proteggere una comunità considerata oggi più che mai in condizioni di fragilità.

LA VIOLENZA DOMESTICA LEGATA ALL’EMERGENZA SANITARIA

ACTIONAID ha attivato la campagna “LA VIOLENZA DOMESTICA LEGATA ALL’EMERGENZA SANITARIA”. L’emergenza #coronavirus rischia di aggravare un problema strutturale della nostra società: la violenza di genere. Le donne che vivono con partner violenti, costrette dentro alle mura domestiche in questa fase, rischiano un maggiore isolamento e conseguente impossibilità di chiedere aiuto. E’ indispensabile rafforzare i servizi del 1522 e la comunicazione online, il nostro appello al fianco dei centri antiviolenza.

AMBULATORIO E FARMACIA SOCIALE

Il CENTRO LA TENDA ha mantenuta attiva l’apertura del “Ambulatorio e Farmacia Sociale”, un servizio dedicato ai senza dimora e immigrati. L’Ambulatorio rimarrà aperto poiché tutti gli ambulatori pubblici e privati sociali sono chiusi. Ad assistere le persone che si recano in ambulatori sono volontari che provvedono a garantire cure e farmaci a chi in un momento del genere ha la strada come casa. Somministrando terapie e dispensando farmaci, grazie ad una sorta di triage all’ingresso con lo scanner per la temperatura i volontari cercando di arginare il più possibile l’emergenza sanitaria.

#GliAbbracciChePuoiDare

ENPA lancia la campagna #GLIABBRACCICHEPUOIDARE per condividere, in questo momento così complicato, un messaggio semplice: gli animali sono una risorsa immensa, curiamoli, coccoliamoli, abbracciamoli e soprattutto proteggiamoli dall’ignoranza dei tanti, troppi, che scelgono di abbandonarli. E ricordiamo ancora una volta, come ha già fatto ieri in conferenza stampa il capo della Protezione Civile Angelo Borrelli, che “in nessun modo esiste ed è dimostrata possibilità di diffusione e l’abbandono dei cani è deprecabile”. Enpa: “Insieme a loro non abbiamo nulla da temere: l’unica cosa che possono trasmetterci è l’amore!”

#ABIOadistanza

FONDAZIONE ABIO ha lanciato la campagna #ABIOanchedalontano sperimentando modi nuovi per stare “virtualmente” accanto ai bambini, in ospedale come a casa, anche da lontano, perché questa possa essere solo una fase di passaggio da cui ripartire – appena sarà possibile – per continuare ad essere con loro in tutte le Pediatrie, tutti e 5.000, con il sostegno di chi continuerà a credere nella nostra attività.
Il servizio in reparto è sospeso, ma ABIO non rimane ferma, così come l’attività di supporto e coordinamento a livello nazionale realizzata da Fondazione ABIO Italia. I volontari ABIO stanno mettendo in campo modalità e strumenti per fornire supporto anche da lontano, in maniera concreta e creativa.
#distantimauniti #ABIOanchedalontano #ABIOadistanza

FONDAZIONE UMBERTO VERONESI SCENDE IN CAMPO CONTRO COVID-19

Fondazione Umberto Veronesi è scesa in campo attivamente nella lotta contro Covid-19 avviando un grande progetto di ricerca per studiare cure efficaci, controllare l’epidemia e proteggere i malati più deboli.
Coinvolgendo centri, Istituti e laboratori nazionali e internazionali, Fondazione Umberto Veronesi si concentrerà su tre specifici ambiti di ricerca:
• sviluppo di terapie e procedure per affrontare le attuali epidemie di Coronavirus;
• studi di popolazione per determinare i reali tassi di letalità e infettività del nuovo Coronavirus;
• sviluppo di misure di protezione per gli individui fragili e più a rischio di complicazioni.

ACQUISTO CASCHI CPAP PER L’OSPEDALE SAN PAOLO MILANO

L’obiettivo principale di Fondazione Operation Smile Italia Onlus, per questa emergenza, è quello di supportare l’Ospedale San Paolo di Milano, nel reperire fondi per l’acquisizione di beni e forniture necessarie a fronteggiare l’emergenza epidemiologica in corso.
In particolare una fornitura di 300 unità di CASCHI PER VENTILAZIONE NON INVASIVA (CPAP).
È stato scelto l’Ospedale San Paolo di Milano in quanto ospita una delle Smile House della Fondazione.